Miglior copriscarpe ciclismo

copriscarpe ciclismo

La guida all’acquisto di copriscarpe ciclismo ti aiuterà a scegliere i migliori prodotti per un acquisto consapevole e senza inutile spreco di denaro.

A cosa servono, come funzionano, quale materiale è più vantaggioso e quando conviene utilizzarli?

2
BBB BWS-02B HeavyDuty OSS Copriscarpa, Uomo, Nero, 45/46
3mm di neoprene con rinforzi in nylon per un'ottima protezione dal freddo; Area riflettente addizionale per maggiore visibilità
27,66 EUR
Oggi in sconto5
VORCOOL - 1 paio di copriscarpe termici da ciclismo, resistenti all'abrasione, antivento, invernali,...
Resistenti all'usura ed elastici; Buon design e buona fattura, le cuciture non si staccano facilmente dalle scarpe
10,69 EUR −1,00 EUR 9,69 EUR
6
VORCOOL Copriscarpe impermeabili da ciclismo, invernali, termiche, per ciclismo, outdoor, sport,...
Può essere regolata con una cerniera e può essere comodamente indossata e rimossa.; Chiusura lampo, comodo da indossare.
12,35 EUR
7
Fengyuanhong 1 Coppia Ciclismo Copriscarpe Caldo Uomo Donna Overshoes della Strada della Bici della...
Impermeabile, in tessuto muta l'uso per mantenere il caldo i piedi quando fa freddo
13,23 EUR

Queste sono alcune delle domande che ogni sportivo si pone prima di acquistare le coperture per calzature ciclistiche e sono essenziali per non sbagliare. Vediamo quindi di approfondire l’argomento eliminando ogni dubbio sull’importanza di questi accessori.

I copriscarpe rappresentano un accessorio importante per chi fa ciclismo e possono essere utilizzati in ogni stagione dell’anno.

I vantaggi sono molteplici, ad esempio, nel periodo estivo si può ottenere una grande aerodinamicità durante l’attività sportiva, mentre durante il resto dell’anno, in autunno, in primavera o quando comunque le condizioni climatiche sono più avverse, i copriscarpe proteggono le scarpe dall’acqua, e i piedi dal freddo e dal vento.

I copriscarpe da ciclismo svolgono quindi un’essenziale funzione di protezione per le scarpe ed i nostri piedi, durante tutte le stagioni dell’anno.

Scegliere il copriscarpe da cisclismo

In commercio esistono diverti modelli e tipologie di copriscarpe da ciclismo, ognuno con caratteristiche e funzionalità diverse, soprattutto relativamente alla forma, alla taglia e al materiale con il quale sono realizzati: la differenza non è solo estetica, ma riflette i vari utilizzi per i quali il copriscarpe è ideato. Per questo motivo, nella scelta del copriscarpe da ciclismo occorre fare attenzione al prodotto che si acquista, al fine di scegliere quello più adatto e funzionale alle proprie esigenze.

La scelta del copriscarpa da ciclismo deve tenere conto, innanzitutto di due aspetti: il primo di questi rigarda la compatibilità tra il copriscarpa e la scarpa. Questo passaggio, che può sembrare scontanto, è molto importante in quanto in commercio sono disponibili molti copriscarpe che sono compatibili con le bici da corsa e altri modelli che sono invece compatibili con le scarpe da MTB.

Quindi la scelta del copriscarpa deve tenere in considerazione la compatibilità con la scarpa con la quale vogliamo abbinarlo e l’attività per il quale vogliamo usarlo poichè a seconda che vogliamo correre su strada o utilizzare una MTB, occorre avere copriscarpe diversi.

Il secondo aspetto da tenere in considerazione nella scelta del copriscarpe da ciclismo è quello relativo alla sua adattabilità: un buon copriscare si adatta perfettamente alla nostra scarpa per la bici. Solitamente conviene aquistare un copriscarpa che sia molto aderente, in modo tale da evitare che possa scivolare e che si possa spostare durante i movimenti, risultando cosi non solo scomodo ma anche molto pericoloso per la nostra sicurezza.

Al fine di acquistare il copriscarpa più adatto alla nostra scarpa da ciclismo possiamo fare riferimento alle apposite tabelle che confrontano e mettono in relazione le misure dell’accessorio e della scarpa: è vero che il copriscarpa deve essere aderente, ma è consigliabile acquistarlo di qualche numero più grande, il giusto per farlo calzare sulla scarpa e aderire cosi perfettamente.

Tipi di copriscarpe presenti in commercio

In commercio, come detto prima, possiamo trovare diversi tipi di copriscarpe da ciclismo: vi sono infatti i copriscarpe caldi, leggeri, aereodinamici, quelli appositamente ideati e studiati per le bici da corsa oppure per le MTB. Possiamo anche trovare copriscare corti, che coprono solo la parte iniziale delle scarpe.

Una prima tipologia di copriscarpe da ciclismo è rappresentata da una specie di calza molto corta, che ricopre solo la punta delle scarpe ed ha la funzione di tenere al caldo in particolare le dita dei piedi. Questo tipo di copriscarpe sono fatti generalmente in materiale di neoprene, che si adatta alla perfezione alle scapre e può essere utilizzato per tutte le bici da strada ma non per le MTB. Questo tipo di copertura ha la particolarità di poter essere indossata, a sua volta, per coprire un copriscarpa.

Un secondo tipo di copriscarpa molto comune è un classico prodotto molto leggerlo che si può indossare sopra le scarpe e arriva a coprire sino alla caviglia: questo modello solitamente è impermeabile e antivento, idoneo a isolare e riscaldare i piedi soprattutto in inverno. Caratteristica di questi copriscarpe è quella di svolgere anche una funzione antipolvere e quindo possono essere utilizzati anche per custodire e tenere pulite le scarpe.

Il classico modello di copriscarpe da ciclismo è realizzato in materiale di neoprene: questo materiale, infatti, assicura al piede e alla scarpa la giusta protezione sia dall’acqua che dal freddo e per questo è largamente diffuso e usato anche per altri usi. Il modello di copriscarpe realizzato in neoprene è ideale quando si utilizza la bici in inverno, durante giornate dal clima particolarmente freddo e rigido e soprattutto in condizioni di pioggia, freddo e fango. Alcuni modelli di copriscarpe in neoprene prevedono anche un ulteriore rivestimento in superfice cosi da essere ancora più resistente. L’unico aspetto negativo di questo tipo di copriscarpe è rappresentato dal fatto che il neoprene è un materiale che traspira e quindi che facilmente crea umidità.

In commercio sono presenti modelli di copriscarpe realizzati anche in materiale sintetico, ideale per climi particolarmente rigidi, quasi estremi.

Copriscarpe impermeabili e aereodinamici

I copriscarpe impermeabili sono particolarmente apprezzati da tutti i ciclisti, sia amatoriali che professionali. Solitamente questo tipo di accessorio può essere realizzato anche in neoprene che tuttavia non assicura la giusta impermeabilizzazione. Il tessuto più indicato per realizzare copriscarpe impermeabili è rappresentato dalla lycra e dall’aggiunta di uno strato anti acqua: questo tessuto, infatti, protegge dalla pioggia e dal vento e, in più assciura la traspirazione dei piedi.

Molto importanti e utili per tutti gli appassionati e gli amanti delle due ruote, sono poi i copriscarpe aerodinamici: la loro funzione è quella di rendere più performante la pedalata. La loro funzionalità è appunto essenzialmente aereodinamica, dovendo proteggere le fibbie ed i cinturini delle scarpe senza che questi ultimi possano disturbare il flusso dell’aria e quindi ridurre la velocità. Non è un dettaglio da poco, soprattutto se si considera che in occasione della gare anche un solo centesimo di secondo può fare la differenza per la vittaria finale.

Questo tipo di copriscarpe, se si presenta ideale dal punto di vista delle prestazioni, ha lo svantaggio di non proteggere in alcun modo dal vento, dal freddo o dai climi più rigidi.

Copriscarpe caldi

I copriscarpa da ciclismo caldi sono tra quelli maggiormente apprezzati dagli amanti della bicicletta, siano essi sportivi amatoriali o professionisti. Questo perchè i copriscarpa caldi, oltre a essere realizzati in neoprene che abbiamo visto essere un tessuto particolarmente adatto a tenere caldo il piede, sono tutti impermeabili e quindi proteggono non solo dalla pioggia e quindi dal freddo ma preservano anche la scarpa da ciclismo da un’usura eccessiva.

Spesso possiamo trovare in commercio dei copriscarpa in neoprene che hanno un’ulteriore imbottitura all’interno realizzata in tessuto di pile o pile spazzolato: ideale per i climi molto rigidi, per i freddi estremi e quindi particolarmente adatto a ciclisti professionisti. Questo ulteriore strato di pile aiuta a trattenere l’aria che, una volta che si è riscaldata, rappresenta uno strato isolante che assicura ancora più protezione al piede.

Copriscarpa per l’autunno e per il bel tempo: quale scegliere

I mesi freddi e quelli particolarmente caldi sono quelli le cui temperature tipiche mettono a dura prova la tenuta fisica dei ciclisti e quindi è necessario un adeguato abbigliamento, adatto al tempo. In autunno, possiamo trovare diversi tipi di copriscarpe che non sono svolgono la funzione di isolare il piede, ripararlo dal bagnato e dal freddo, ma che aiutano a preservare anche la scarpa stessa che, grazie al copriscarpa non viene esposta direttamente alle intemperie e quindi soggetta a un rapido deterioramento.

Stesso problema che si presenta tuttavia anche con il bel tempo, quando il sole inoltre rende difficile la traspirazione del piede nelle scarpe.

Come abbiamo avuto modo di vedere in precedenza, sia per i freddi rigidi che per i caldi più torridi, in commercio ci sono diversi modelli e tipi di copriscarpe che possiamo acquistare, scegliendo tra modelli maggiormente isolanti quando fa freddo e più traspiranti in occasione di giornate particolarmente calde.

Manutenzione dei copriscarpe

Tutti i modelli di copriscarpe da ciclismo che abbiamo analizzato sono accomunati da un dato: vanno tutti incontro all’usura. Per essere infatti sempre esposti alle intemperie, questi accessori per i ciclisti sono quelli che maggiormente si deteriorano e, per questo motivo è necessario acquistare un prodoto che sia caratterizzato da:

  • doppie cuciture, soprattutto sul fondo della scarpa e intorno ai fori;
  • realizzati in un tessuto particolarmente resistente alle intemperie e caratterizzato da particolare durezza.


In commercio possiamo facilmente reperire modelli di copriscarpe, di tutte le fasce di prezzo, che rispondono a queste due esigenze, e che nonostante siano particolarmente lavorati mantengono intatte le caratteristiche di aereodinamicha, traspirazione e impermeabilizzazione tipiche dei copriscarpa da ciclismo.

Come si può evincere da questa piccola guida, in commercio possiamo trovare copriscarpe per tutte le necessità, adatti soprattutto ai diversi tipi di ambienti e di clima e necessariamente adatti a tutte le tasche. Sotto quest’ultimo aspetto, è chiaro che alcuni dei copriscarpa particolarmente performanti hanno un costo maggiore rispetto ad altri modelli magari meno accessoriati ma ugualmente validi.

La scelta del copriscarpa da ciclismo, tuttavia, non deve essere fatta solo in base al prezzo. Come abbiamo visto, a seconda delle nostre esigenze e necessità possiamo trovare diversi tipi di accessori, utili per tenere al caldo il piede, per farlo traspirare o anche per migliorare le nostre performance se siamo impeganti in della gare e quindi se rientriamo nella categoria degli sportivi professionisti e, infine, possiamo trovare copriscarpe utili anche per conservare e preservare dall’usura le scapre da ciclismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su