Le 6 migliori mute per fare pesca sub

La muta da pesca sub è fondamentale per chi ama le immersioni sia per ammirare i fondali che per gare di apnea o per avventurarsi nella pesca subacquea. Naturalmente bisogna saper scegliere la tipologia adeguata a ogni attività che si vuole svolgere, al tipo di acque che si intende esplorare e anche dalla profondità da raggiungere. In questa guida all’acquisto della muta da sub analizziamo i vari aspetti e caratteristiche da valutare per poter fare un acquisto consapevole e vivere le immersioni in totale sicurezza e comfort.

La muta da sub: equipaggiamento per immersioni

Se vuoi praticare sport acquatici e immersioni, è necessario avere il giusto equipaggiamento tra cui occupa un posto d’onore la muta da sub. Si tratta di una tuta studiata, progettata e creata appositamente per mantenere il corpo asciutto e caldo anche durante le stagioni fredde oppure in immersione in profondità o in acque a bassa temperatura. Il potere impermeabile e termoisolante della muta consente infatti di trattenere il calore corporeo mantenendolo costante.

Inoltre la muta che si utilizza per le immersioni è pensata anche per proteggere il corpo da eventuali sfregamenti con rocce, alghe, coralli e quant’altro evitando allergie, eritemi, infiammazioni, graffi o tagli. Il comfort è una caratteristica fondamentale di questo capo di abbigliamento sportivo in quanto deve consentire la massima libertà di movimento al subacqueo.

In commercio si trovano moltissime tipologie di mute che sono realizzate con materiali differenti e diverse misure, con gamba lunga o corta, con maniche o senza, con copripiede e cappuccio e molti altri dettagli. Questa grande varietà di scelta spesso mette in imbarazzo soprattutto i meno esperti che non sanno come orientarsi, vediamo quindi quali caratteristiche deve avere la muta da sub.

Come scegliere la muta da sub: caratteristiche da valutare

Il principale punto di partenza per poter scegliere una muta da subacqueo adeguata, è il tipo di sport o attività che devi farne e il luogo in cui la utilizzerai. È di fondamentale importanza saper valutare oltre alla vestibilità della muta anche la capacità termoisolante, il tessuto e materiale con i quali è stato realizzata e la resistenza che deve proteggere il corpo da elementi rocciosi ma anche da alcune tipologie di pesce.

Tipi di mute da sub per pesca e apnea

Le mute per immersioni subacquee si possono suddividere in tre principali categorie che sono: muta umida, muta semistagna e muta stagna.

La muta umida è la più utilizzata dalla maggior parte dei subacquei. Il materiale maggiormente usato per realizzarla è il neoprene. La sua caratteristica principale è quella di far entrare una quantità minima di acqua e ha uno spessore che può variare da 3 a 7 millimetri.

La muta semistagna trattiene una certa quantità di acqua che resta tra il corpo e la muta, questa si scalda e raggiunge un adeguato equilibrio termico mantenendo costante la temperatura corporea.

La muta stagna, invece, viene realizzata in nylon e non permette nemmeno a una goccia di acqua di entrare all’interno, il sub dopo l’imersione riemerge con il corpo perfettamente asciutto. Si tratta di una muta in grado di trattenere il calore corporeo ed è dotata di chiusure stagne sia all’altezza del collo, che alle caviglie e ai polsi. Per poter mantenere ogni centimetro del corpo asciutto è necessario che i calzari siano integrati e questo è ciò che si può trovare in questo genere di muta.

Materiale

Il materiale che viene maggiormente utilizzato per la confezione di mute per immersioni subacquee, è il neoprene. Questa scelta è dettata dal fatto che la resistenza di questo materiale a tagli e strappi è molto elevata, inoltre è in grado di fornire un perfetto isolamento termico. Queste caratteristiche rendono questo materiale perfetto per le mute da sub che possono anche essere precompresse oppure a cellule spaccate, soprattutto per quanto riguarda i modelli di nuova generazione.

Si tratta di mute ibride che combinano in modo ottimale i vantaggi forniti dal neoprene con quelli del tessuto fornendo, durante le immersioni, calore e sensazione di benessere anche se risultano un po’ ingombranti e pesanti, poco pratiche nei movimenti. ma non esiste solamente il neoprene, in commercio si possono trovare anche il trilaminato, il poliuteretano, il trilaminato di poliestere, il bilaminato e poldura.

Spessore della muta

Lo spessore della muta è un fattore determinante per la qualità di questo indumento, la scelta nell’acquisto di un indumento più o meno spesso dipende dalla temperatura dell’acqua in cui ti dovrai immergere. Lo spessore può partire da 1 mm fino a 9 mm, generalmente se si fanno immersioni in acque calde si utilizza una muta di circa 3 millimetri di spessore, in acque con temperature medie di 5 millimetri e per le affrontare acque fredde si sale ad uno spessore della muta di 7 millimetri.

Taglia della muta

La scelta della taglia è fondamentale, per scendere nelle profondità marine o anche di fiumi e laghi, serve una muta da sub che calzi a pennello per poter offrire tutti i vantaggi come impermeabilità, termoisolamento e protezione. Ma come capire qual’è la taglia giusta? Prima di tutto devi prendere alcune misure del tuo corpo come giropetto, girovita e fianchi proprio come si fa per i vestiti utilizzando un metro da sarta.

Il PADI, una delle organizzazioni di subacquea più conosciuta al mondo, indica che la muta da sub per pesca subacquea o apnea deve essere perfettamente aderente ma non deve stringere troppo, inoltre non ci devono essere zone troppo lasche. Si tratta di un capo di abbigliamento sportivo che terrai con te per molto tempo, quindi sceglila con cura verificando che sia confortevole.

Marca della muta per immersioni

Le marche dei produttori che vendono mute da sub sono varie, la scelta di un brand dipende dal gusto personale, dalla preferenza per tipo di muta realizzata da un’azienda piuttosto che un’altra e dal prezzo proposto. In commercio ci sono mute da per immersioni subacquee, apnea e pesca sportiva subacquea di ogni tipo e genere tra cui si possono trovare modelli, materiali e colori differenti.

Tra i brand più noti nel cambio della subacquea e in particolare per quanto riguarda l’abbigliamento, vi sono Cressi, Seac, Aqua Lung e Mares ma la scelta è davvero ampia e le proposte solitamente sono valide. Tutto sta a sapere trovare il prodotto giusto per le proprie necessità e saper riconoscere le qualità e le caratteristiche da ricercare e valutare in una muta da sub.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su