Migliori pantaloni ciclismo: caldi e comodi

pantaloni ciclismo

Quando si va in bicicletta occorre scegliere l’abbigliamento giusto perché bisogna avere l’accortezza di indossare dei capi che proteggano dal freddo e dal vento ma allo stesso tempo permettano una certa fluidità di movimenti.

Di solito nell’immaginario comune un capo indispensabile per il ciclismo è il pantaloncino ma in realtà esistono anche dei modelli di pantaloni che sono perfetti soprattutto per la stagione più fredda. Per scegliere i migliori pantaloni da ciclismo occorre prestare attenzione ad alcune caratteristiche specifiche: ecco quello che c’è da sapere prima di selezionare il modello preferito.

Che cosa sono i pantaloni da ciclismo

I pantaloni da ciclista sono la versione lunga di un capo di abbigliamento molto amato e conosciuto, ossia il pantaloncino da ciclista. Si tratta quindi di un pantalone che si differenzia molto non solo per modelli e design ma anche per materiale e per una serie di caratteristiche necessarie a renderlo particolarmente performante. Il pantalone da ciclista è un capo indispensabile per poter andare in bicicletta, soprattutto se si svolge questo sport a livello professionale oppure anche amatoriale ma sempre con un certo impegno.

Le bici da corsa, infatti, hanno una conformazione tale per cui utilizzarla con dei pantaloni classici oppure anche con una tuta da sport potrebbe creare attriti ed essere la causa anche di incidenti, se la stoffa della tuta si incastra negli ingranaggi della bici.

Per poter essere più comodi, avere una pedalata più fluida ma anche assicurarsi un capo in grado di proteggere dal freddo, dalla pioggia ma pure da un eventuale sfregamento della pelle contro la bici, allora diventa indispensabile indossare dei pantaloni specifici.

Sul mercato si possono trovare davvero tanti prodotti differenti, con o senza fondello, da uomo o da donna, in diversi materiali e con lunghezze differenti per soddisfare davvero ogni esigenza. Come sempre, allora, occorre comprendere bene le proprie esigenze prima di scegliere il modello da acquistare.

Forme e materiali per i pantaloni da ciclismo

Come già sottolineato, il pantalone da ciclismo può essere realizzato con materiali e forme diverse. Per quanto riguarda i materiali, di solito si prediligono cotone oppure materiale tecnico come il polipropilene e altri tessili molto performanti che garantiscono nello stesso tempo leggerezza e copertura termica, idrorepellenza e traspirazione. Un elemento che di solito è presente nei pantaloni da ciclista è il fondello.

In che cosa consiste?

Si tratta di un fondo imbottito che protegge il cavallo dei pantaloni e che deve rendere più comoda la seduta. Anche il fondello può essere realizzato in tanti materiali diversi come la schiuma oppure il gel.

La scelta fra l’uno o l’altro materiale è molto soggettiva: il gel deve essere utilizzato diverse volte per poter prendere la forma desiderata poi garantisce comodità e una lunga durata; la schiuma invece si modifica ad ogni utilizzo però con il tempo tende ad evaporare e perdere di consistenza.

Al di là del fondello un elemento di differenziazione del design è rappresentato anche dalla lunghezza della gamba e dalla sua larghezza.

Anche questa scelta è molto soggettiva e ogni decisione deve comunque essere improntata ad un elemento: la comodità di utilizzo. Il pantalone da ciclista, infatti, deve permettere una pedalata fluida e non deve ostacolare la gamba, quindi è importante nel momento in cui si prova effettuare tanti movimenti differenti per accertarsi della effettiva comodità del modello scelto per l’acquisto.

I vantaggi dei pantaloni da ciclismo

Ma perché i pantaloni da ciclismo sono così importanti e devono assolutamente essere indossati? Il primo vantaggio di questo capo è quello di proteggere il corpo, sia dagli agenti atmosferici che dal pericolo di sfregare la pelle.

Con un pantalone da ciclismo si garantisce al ciclista una sicurezza totale e soprattutto si indossa un capo che mette al riparo da eventuale incidenti: non è mai da sottovalutare, soprattutto quando la pedalata è veloce, il pericolo di poter far finire qualcosa fra i raggi, come i lembi di un pantalone, che potrebbero causare un incidente anche mortale.

Un tempo si utilizzavano le mollette dei panni per tenere ferma la stoffa, oggi esistono per fortuna soluzioni stilisticamente più gradevoli come appunto il pantalone da ciclista.

Questo capo di abbigliamento, perfetto soprattutto per la stagione invernale, consente di proteggere l’intera gamba dal freddo, assorbe il sudore, fa traspirare la pelle proteggendola da eventuali pericoli di funghi e batteri che proliferano negli ambienti umidi.

Ricapitolando, quindi, questi sono i vantaggi che devono spingere ad acquistare un pantalone da ciclismo:

  • protegge la pelle da sfregamenti
  • garantisce protezione termica
  • consente una seduta comoda e morbida
  • i modelli più tecnici permettono di agevolare la pedalata e conferiscono velocità
  • protegge completamente dagli agenti atmosferici

Quali modelli esistono di pantaloni da ciclismo

Come tutti i capi di abbigliamento sportivo, anche per i pantaloni da ciclismo esiste una netta differenza fra i modelli da uomo e quelli da donna.

La differenza più lampante, al di là delle forme fisiche, risiede nella presenza del fondello che deve avere necessariamente una forma anatomica diversa per soddisfare le esigenze di un fisico diverso.

Gli uomini e le donne, infatti, hanno un bacino diverso che si traduce in una cavallo differente, per questo motivo il consiglio è quello di scegliere un modello che sia adatto al proprio sesso per evitare di perdere in comfort e comodità. Un’altra differenza che distingue un modello dall’altro è la sua larghezza della gamba: ci possono essere quelli più aderenti, che diventano una seconda pelle e impediscono ad acqua e aria di entrare all’interno del pantalone e ci sono i modelli larghi, più adatti a chi non vuole sentirsi costretto in alcun modo quando pedala.

Qual è il modello migliore da scegliere? La risposta non può essere univoca perché molto dipende da quali sono le abitudini di ciascuno, le sue esigenze.

Il consiglio è quello di provare il capo, indossarlo e fare tanti movimenti diversi perché un piccolo difetto notato in negozio si trasformerà in un fastidio insopportabile una volta che verrà indossato in bici.

Come scegliere i pantaloni da ciclismo

La prima cosa da fare è sicuramente selezionare solo i prodotti adatti per il proprio sesso, visto che è già stata spiegata la differenza fra i modelli maschili e quelli femminili.

Su ogni capo è sempre illustrato il pubblico di destinazione, quindi si deve fare affidamento a questo dato visto che ad occhio nudo ed inesperto potrebbe non essere visibile.

Fra gli altri elementi che devono essere presi in considerazione c’è anche la presenza o meno di più pannelli. I modelli di pantaloni da ciclismo che hanno più pannelli sono più comodi perché si adattano meglio alle forme del corpo e quindi regalano maggiore comfort.

Attenzione al tipo di cucitura, che deve essere piatta, perché così non può creare attrito con la pelle e abrasioni e graffiature in zone delicate, difficili da rimarginarsi. Infine meglio preferire un modello di pantalone da ciclismo con la fascia in vita che deve essere realizzata in materiale traspirante, essere abbastanza larga da non causare problemi di traspirazione o costrizione ma al tempo stesso assicurare il supporto necessario in vita.

Esistono anche modelli con i cordoncini aggiuntivi ma sono superflui perché, se la fascia elastica è di buona qualità, da sola è in grado di garantire il supporto giusto.

I prezzi dei pantaloni da ciclismo

Come tutti i capi di abbigliamento sportivo, anche per quanto riguarda i pantaloni da ciclismo hanno dei prezzi molto vari che sono legati a caratteristiche differenti del prodotto.

Nell’ambito dei pantaloni per bici, infatti, esistono qualità differenti, sia per quanto riguarda il materiale scelto per la loro realizzazione, che per la presenza o meno della fascia, la qualità del fondello, etc. I prodotti meno performanti, quelli più semplici nella loro realizzazione, sono anche molto economici, con un costo che può partire da poche decine di euro.

Mano a mano che i tessuti diventano più tecnici, i dettagli maggiormente curati e le altre caratteristiche spinte all’ottimo, ovviamente i costi possono salire, raggiungendo anche i 70/100 euro a modello. Non esiste una grande differenza di prezzo fra i modelli maschili e quelli femminili mentre ovviamente hanno un costo estremamente più elevato i modelli di pantalone da ciclismo da gara, adatti esclusivamente per le competizioni agonistiche e quindi con caratteristiche estremamente performanti. Non è difficile, però, riuscire a trovare prodotti di ottima qualità a prezzi scontati, soprattutto se si decide di acquistare il modello perfetto online, sui siti specializzati.

Le opinioni dei clienti per scegliere i migliori pantaloni da ciclismo

I ciclisti professionisti ma anche quelli amatoriali che sono abituati a lunghe pedalate, non possono fare a meno di utilizzare i pantaloni da ciclismo perché lo considerano un capo indispensabile per allenarsi al meglio. Se si presta attenzione ai consigli che vengono offerti da chi utilizza solitamente questo capo di abbigliamento è quello di scegliere il modello con fondello, indipendentemente che il cliente sia un uomo o una donna.

Il fondello, infatti, non dà alcun fastidio quando si indossa i pantaloni ma permette di non sentire la fatica di lunghe ore sul sellino. Per quanto riguarda il tipo di fondello, raccoglie più preferenze quello in gel ma in questo caso la scelta è davvero molto soggettiva.

Inoltre i clienti consigliano di scegliere un modello con le ghette che consente di tenere il pantalone ben saldo sulla gamba. Inoltre le ghette consentono di fare a meno delle calze termiche che possono essere sostituite senza problemi con dei calzettoni classici da sport.

La scelta fra il modello largo o quello più stretto, invece, è davvero legato ad un’abitudine personale anche se si può notare che per la pedalata su strada si preferisce il modello più aderente di pantalone mentre per il ciclismo freestyle la preferenza va al modello largo. E per quanto riguarda i tessuti? Gli utilizzatori amano quello tecnico, sicuramente il polipropilene su tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su