Panca a inversione: Come scegliere quella giusta

panca

Se stai cercando una guida all’acquisto della migliore panca a inversione, sei nel posto giusto. Qui puoi trovare tutte le informazioni che ti servono per conoscere l’utilità di appendersi a testa in giù e le caratteristiche che deve una panca fitness di questo tipo per essere affidabile e funzionale.

In commercio ci sono molte tipologie di attrezzature basculanti utilizzabili per l’inversione ma come individuare quelle migliori?

Serve davvero fare questo tipo di esercizio utilizzando una panca gravitazionale? Che cos’è esattamente?

Ed è sicura da utilizzare a casa o è necessario andare in palestra con un istruttore? Sono tante le domande che ti stanno riempiendo la mente e a cui cerchi una risposta perché ti hanno parlato tanto della panca ad inversione e dei suoi vantaggi ma tu vuoi saperne di più.

Allora iniziamo subito a comprendere cosa sia una panca gravitazionale e perché dovresti acquistarla.

Le caratteristiche che deve avere una panca a inversione

Le qualità essenziali di una panca fitness gravitazionale devono essere valutate analizzando i seguenti parametri: imbottitura della panca, portata massima in chilogrammi, inclinazione della panca, possibilità di regolazione, facilità d’uso, sicurezza.

Portata massima

Con questo termine si indica il peso che la panca può sostenere prima di rischiare di rompersi, si tratta di un dato fondamentale che non deve mai essere trascurato ed è sempre indicato sulla confezione o nella descrizione del prodotto.

La portata massima della panca a inversione deve essere superiore al proprio peso corporeo ovviamente, maggiore è la portata massima e più alta è la sicurezza che questa possa resistere alle sollecitazioni a cui è sottoposta. In altre parole più la panca è in grado di sostenere un peso alto e più si è certi di avere a disposizione un attrezzo robusto e fatto con materiali resistenti.

Solitamente una panca a inversione ha in media una portata di 130 kg ma per questo modello è consigliabile sceglierne una che può portare fino a 150 kg come misura minima. Scegliendo una panca a portata maggiore si garantisce il corretto stato di solidità e stabilità dell’attrezzo oltre a poter essere utilizzato da tutta la famiglia a meno che non vi siano componenti di peso superiore.

Possibilità di regolazione e inclinazione

Una volta stabilito che la panca a inversione è solida e ha una portata massima adeguata, si deve valutare l’inclinazione del sedile e la possibilità di impostarla con apposito regolatore. La struttura deve essere in acciaio inox che offre resistenza ineguagliabile, la regolazione invece permette l’utilizzo della panca a ogni tipologia di utente quindi si tratta di una caratteristica molto importante.

Per regolatore si intende la possibilità di alzare o abbassare la panca, in alcuni modelli più avanzati l’altezza può arrivare fino a 190 centimetri per consentire l’uso anche alle persone più alte. Inoltre si possono regolare anche i diversi livelli di inclinazione che possono andare da un minimo di 15/20 gradi fino a 180 gradi per ottenere un’inversione totale, ovvero con la testa in giù.

Questo tipo di modulazione è molto importante quindi prima di acquistare è vene verificare che ci siano. Gli esperti, infatti, consigliano di aumentare progressivamente l’inclinazione della panca iniziando con il minimo in modo che il corpo si abitui. Piano piano si aumenta fino a raggiungere l’inclinazione completa.

La panca fitness gravitazionale solitamente prevede dai 5 ai 6 stadi di inclinazione che consentono un utilizzo graduale della panca stessa, oltre a volgere differenti esercizi e trattamenti a livello domestico. La panca a inversione, infatti, può essere utilizzata senza problemi a casa con le dovute precauzioni e acquistando una tipologia di panca che sia stabile e sicura.

Imbottitura della panca

Le panche fitness devono essere comode e confortevoli, l’imbottitura quindi gioca un ruolo fondamentale nella scelta della panca a inversione anche se spesso si tratta di un elemento che viene sottovalutato. In realtà, un supporto ben imbottito evita che si presentino dolori alla schiena sia nel breve che nel medio e lungo termine.

Bisogna pensare che si resta in posizione sulla panca per diverso tempo e si è a contatto diretto con acciaio o legno, materiali in cui solitamente viene creata la panca. Questi, naturalmente, vengono ricoperti e imbottiti e se questa operazione non viene fatta in modo adeguato o se si rileva un’imbottitura scarsa, ben presto la schiena né risentirà.

Le panche di alta qualità presentano un’imbottitura particolare soprattutto in alcuni punti come, ad esempio, la zona lombare e quella del collo che hanno la necessità di avere un sostegno maggiore oltre a offrire una maggiore funzionalità terapeutica senza danni.

Se stai pensando di acquistare una panca gravitazionale, quindi, verifica che questa abbia un’imbottitura perfettamente eseguita e controlla con attenzione le zone sopra indicate. In questo modo avrai la certezza di comprare un attrezzo per effettuare le inversioni che apporterà grandi benefici e zero dolori.

Comfort della panca

La panca a inversione deve essere comoda e pratica nel suo utilizzo su tutti i livelli. Ogni volta che si sceglie un modello di panca a inversione si deve controllare che nella descrizione vi siano indicati questi dettagli: facilità di montaggio, possibilità di spostamento con ruote o altri sistemi a chiusura, regolazione di altezza e inclinazione, bloccaggio sicurezza oltre alla semplicità delle operazioni di pulizia e manutenzione.

La panca a inversione non deve presentare complicazioni particolare durante il montaggio, nella confezione devono essere presenti tutti gli elementi necessari oltre alle istruzioni chiare con immagini esplicative per ogni passaggio. Il peso della struttura deve garantire stabilità e la solidità indispensabile per mantenere l’attrezzo fermo durante l’esercizio ma non eccessivo per poter essere spostato.

Una panca reversibile che si possa chiudere permette di essere utilizzata ogni volta che si vuole senza che questa rappresenti un ingombro nell’abitazione. La manutenzione e la pulizia devono essere costanti ed effettuate seguendo le istruzioni per non rovinare la struttura, solitamente si tratta di operazioni semplici da eseguire in breve tempo e senza alcuna difficoltà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su