Migliori scarponi da sci: Principianti, intermedi e Pro

Comprare i Migliori scarponi da sci

Gli scarponi da sci sono uno strumento indispensabile per tutti gli amanti di questo sport perché si tratta di quel dispositivo che permette di agganciarsi agli sci.

È indispensabile, allora, scegliere il modello migliore, quello più in linea con le proprie esigenze ma anche con il livello di pratica di ciascuno sciatore.

Come scegliere, quindi, il modello migliore di scarponi da sci? Ecco un’utile guida sull’argomento.

1° in classifica
Head Advant Edge 75, Scarponi da Sci da Uomo, Uomo, Scarponi da Sci, 608225, Antracite/Nero/Giallo,...
71 Recensioni
Head Advant Edge 75, Scarponi da Sci da Uomo, Uomo, Scarponi da Sci, 608225, Antracite/Nero/Giallo,...
  • Listelli: C 2100 cc.
  • Rivestimento esterno: SL.
  • Interno della scarpa: linea confortevole. Sottopiede con Sport Frame. Velcro da 40 mm.
Oggi in sconto2° in classifica
Head FX GT, Scarponi da Sci Uomo, Nero/Rosso, 26.5 | EU 42
42 Recensioni
Head FX GT, Scarponi da Sci Uomo, Nero/Rosso, 26.5 | EU 42
  • Fibbie: 4 fibbie di cui una microregolabile (sull'arco del piede)
  • Scarpa interna: scarpa interna comoda e morbida
  • Calotta superleggera con plantare anatomico
3° in classifica
Dalbello DS 120 MS Black/Orange, Scarponi da Sci Uomo, Nero, 29
  • MY FIT 100% adattabile guscio e scarpa interna, appositamente adattati alle vostre esigenze.
4° in classifica
Dalbello DS Ltd MS Anthracite/Lime, Scarponi da Sci Uomo, Grigio, 26,5
  • Struttura sagomata e lavorazione a laser.
  • Grip e durata.
  • Power piastra.
5° in classifica
Lange RX 120 Stivali da Sci, Adulti Unisex, Nero/Giallo, 275
4 Recensioni
6° in classifica
Head Vector 110 RS, Scarponi da Sci Uomo, Nero/Antracite/Rosso, 27.0 | EU 42,5
1 Recensioni
Head Vector 110 RS, Scarponi da Sci Uomo, Nero/Antracite/Rosso, 27.0 | EU 42,5
  • Flex Index - 110/100
  • Larghezza listello: 98 mm (per MP 27. 0) ; 100 mm (a partire da MP 27. 5)
  • Struttura dinamica – per una trasmissione della potenza più efficiente.
7° in classifica
Dalbello DS 110 MS Black, Scarponi da Sci Uomo, Nero, 28.5
  • MY Fit 100% adattabile guscio e scarpa interna appositamente adattata alle vostre esigenze.
  • Power Cage per una trasmissione precisa della forza, un facile accesso e un comfort leggendario, leggero e sottile
  • Texture 3D
8° in classifica
Dalbello DS 120 MS Black/Orange, Scarponi da Sci Uomo, Nero, 27.5
2 Recensioni
Dalbello DS 120 MS Black/Orange, Scarponi da Sci Uomo, Nero, 27.5
  • MY FIT 100% adattabile guscio e scarpa interna, appositamente adattati alle vostre esigenze.
9° in classifica
Rossignol All Track PRO 100, Stivali da Sci Uomo, Nero, 26.5
3 Recensioni
Rossignol All Track PRO 100, Stivali da Sci Uomo, Nero, 26.5
  • Dalla polvere in pista fino ai bowls più incredibili: il track Pro 100 è progettato per sciare in montagna e la sua canna rimovibile offre una gamma di movimento naturale per l'escursionismo e...
  • Medium Fit: la versione media ha una lunghezza di 100 mm che garantisce una vestibilità comoda e precisa con un perfetto equilibrio di controllo e comfort
  • Leggerezza, potenza totale: la tecnologia generative design Grid minimizza lo spessore del lato dello stivale e massimizza l'uso efficace del materiale per ridurre il peso e migliorare il...
10° in classifica
Dalbello DS 120 MS Black/Orange, Scarponi da Sci Uomo, Nero, 25,5
  • MY FIT 100% adattabile guscio e scarpa interna, appositamente adattati alle vostre esigenze.

Che cosa sono gli scarponi da sci

Lo scarpone da sci consente di agganciarsi direttamente agli sci per tenere il piede fermo e avere una sciata sicura.

Sono quindi un accessorio fondamentale, senza il quale non è possibile utilizzare gli sci. In commercio, però, esistono scarponi di ogni tipo quindi è importante imparare a scegliere quelli che meglio soddisfano le esigenze del cliente, sia dal punto di vista del modello, che della flessibilità e altro ancora.

Gli scarponi da sci si compongono di diverse parti, tutte ugualmente importanti. La parte esterna è realizzata in plastica molto rigida mentre quella interna è composta di schiuma plastica o, in alternativa, di gommapiuma o velluto, comunque qualcosa di morbido che permetta di attutire il colpo e mantenere nel comfort il piede. Lo scarpone alle due estremità ha delle clips che hanno lo scopo di collegarlo allo sci per rendere lo scarpone un anello di congiunzione con la gamba.

Inoltre per tenersi ben fermo intorno al piede e alla gamba, lo scarpone dispone di alcuni ganci di chiusura – un numero variabile fra i due e, molto più spesso, i quattro – che garantiscono la perfetta aderenza dello scarpone. Più nello specifico, la struttura esterna che compone lo scarpone da sci si suddivide in diverse parti fra cui il gambetto, che è la parte superiore che è inclinata per permettere a chi lo indossa di sciare nella posizione più adeguata, e lo scafo.

Quest’ultimo elemento è molto particolare in quanto è pensato per coprire due mezze misure attraverso una serie di meccanismi interni.

La parte che invece ospita in modo più proprio il piede è quella che viene chiamata scarpetta ed è di solito rivestita di materiale morbido.

A cosa servono e come funzionano gli scarponi da sci

Come già sottolineato in precedenza, gli scarponi da sci hanno la funzione di essere agganciati allo sci vero e proprio e consentono quindi di poter scivolare sulla neve, senza timore di perdere gli sci.

Per rispondere a questa necessità vengono realizzati in materiali plastici molto resistenti ma allo stesso tempo flessibili e sfruttano una serie di ganci universali che permettono di collegare lo scarpone allo sci in modo sicuro e senza alcun pericolo.

Gli scarponi da sci, però, sono indispensabili anche per camminare sulla neve e per una questione di praticità devono essere resistenti ma mai pesanti, flessibili ma protettivi nei riguardi del piede ma anche della caviglia.

Quali tipi di scarponi da sci esistono in commercio

In commercio esistono moltissimi modelli diversi di scarponi da sci, per cui è importante cercare di riconoscerli per evitare di incorrere nell’acquisto sbagliato.

La prima grande differenza che esiste è quella fra scarponi da sci per adulti e per bambini, per uomini e per donne.

Queste speciali calzature, infatti, sono pensate per la differenze conformazione fisica di chi le deve indossare e questa differenza si nota soprattutto nei modelli maschili e femminili: il polpaccio di una donna ha una posizione più bassa rispetto a quella di un uomo e questo elemento deve essere preso in considerazione dai produttori di scarponi.

Generalmente, poi, gli scarponi da sci si suddividono in base al livello di bravura di chi li dovrà indossare: si distinguono quindi quattro tipologie diverse che sono quelle per principianti, quelle per utilizzatori intermedi, quelli per sciatori esperti e infine quelli per competizione.

Ognuna di queste categorie comprende scarponi che abbiano una flex, ossia una rigidità, differente. In via generale, più si è esperti e maggiore è il livello di rigidità del calzare in quanto ci deve essere un maggiore passaggio di energia dalla gamba allo sci.

Gli scarponi da competizione sono ovviamente dei modelli tecnologicamente molto avanzati che hanno anche un costo maggiore ma devono essere utilizzati solo dai veri professionisti perché il loro design richiede una certa padronanza dello strumento.

Come scegliere i migliori scarponi da sci da acquistare

la scelta degli scarponi da sci
la scelta la scelta

Sicuramente il primo elemento da tenere presente quando si decide di acquistare degli scarponi da sci è quello che corrisponde all’utilizzo che se ne intende fare e di conseguenza al livello di bravura con gli sci perché da questo elemento si determinerà l’indice di flex da preferire.

Per i principianti l’indice ideale è fra i 60 e i 90 flex; per il livello intermedio fra i 90 e i 110; per gli esperti si tratta di un livello di flex dai 110 in su mentre per le competizioni il livello di flex si aggira fra i 140 e i 150 flex.

Un altro elemento molto importante da tenere in considerazione è rappresentato dalla misura, un aspetto sul quale spesso tutti gli sciatori principianti sbagliano. Infatti lo scarpone deve essere della misura gi

usta: troppo piccolo rischierebbe di dare problemi alla punta delle dita mentre troppo grande potrebbe rappresentare un serio rischio per l’incolumità dello sciatore in quanto gli darebbe meno stabilità.

Oltre alla lunghezza è fondamentale anche la larghezza dello scarpone che in gergo specifico viene definita last. Per prendere bene questa misura occorre analizzare la larghezza dell’avanpiede, la parte più larga della pianta. Per scegliere la larghezza ideale si deve tenere in considerazione non solo la conformazione del piede ma anche il livello di precisione che si intende avere durante la sciata: più sarà stretta la last, maggiore sarà la precisione della sciata. Nelle competizioni, ad esempio, si scelgono scarponi con una last di non oltre 92 mm. Infine in base al tipo di stile che si intende effettuare si preferirà un tipo di scarpone piuttosto che un altro: ad esempio per lo sci fuoripista occorre un flex molto rigido. Ricapitolando, quindi, questi sono gli aspetti ai quali prestare attenzione:

  • modello uomo/donna
  • flex
  • misura
  • last

Quanto costano i migliori scarponi da sci

È difficile definire un prezzo unico per gli scarponi da sci perché in commercio esistono prodotti di ogni tipo, molto differenti per caratteristiche e qualità, quindi è davvero difficile definire un costo unitario.

Senza voler prendere in considerazione i modelli da competizione che ovviamente hanno dei costi a parte che sono ben lontani dal budget dello sciatore occasionale, si può affermare che per un prodotto di buona qualità si può arrivare a spendere fra i 250 e i 500 euro.

Al di sotto di questa cifra, a parte alcune eccezioni, si trovano di solito gli scarponi da sci destinati ad un pubblico di principianti. Gli scarponi che, invece, hanno un costo superiore sono quelli che offrono performance davvero elevate, al pari dei modelli da competizione. Tuttavia per risparmiare è possibile acquistare gli scarponi da sci delle passate stagioni, prodotti di qualità che non rappresentano, però, la novità del mercato.

Esiste infine un fiorente mercato di scarponi usati o dei modelli che sono stati impiegati da esposizione che possono soddisfare le esigenze di una platea di clienti che hanno una possibilità di spesa più contenuta ma non vogliono rinunciare alla qualità, trovando così un ottimo compromesso fra questi due elementi.

Le opinioni dei clienti sugli scarponi da sci

Cosa preferiscono i clienti che hanno già provato gli scarponi da sci?

La maggior parte delle recensioni online contiene lamentele sul fatto di aver scelto una misura di scarpone da sci troppo grande, che quindi non permette un utilizzo comodo:

secondo ricerche di mercato delle aziende del settore, il 75% dei clienti ha scelto delle calzature di almeno due taglie troppo grandi!

Altri problemi lamentati dai clienti riguardano l’impermeabilità degli scarponi da sci: i modelli più economici non garantiscono la protezione dall’acqua né una perfetta tenuta termica. Le sciatrici in particolare apprezzano molto i calzari che hanno al loro interno un rivestimento di vellutino perché consente di mantenere il piede al caldo senza l’obbligo di indossare calze termiche troppo pesanti. Infine l’attenzione della maggior parte dei clienti si concentra sugli agganci degli sci, le famose clip, che devono essere molto semplici da utilizzare ma anche assolutamente solidi per garantire allo sciatore la massima sicurezza durante il loro utilizzo.

Cosa non fare quando si devono acquistare scarponi da sci

Ci sono alcuni piccoli trucchi che possono aiutare nell’acquisto dello scarpone di sci migliore per le proprie esigenze.

Lo scarpone andrebbe sempre provato perché il piede al suo interno deve essere nel massimo comfort e solo una prova diretta può accertare questo particolare.

Inoltre durante la prova è indispensabile utilizzare il tipo di calza che si presume si utilizzerà sulla neve, così da ricreare lo stesso ambiente per capire se è quello giusto per il piede.

L’ideale sarebbe poi eseguire, con gli scarponi al piede, alcuni dei movimenti tipici della sciata per comprendere che effetto fa a contatto con il piede. Un segreto per capire se lo scarpone è della misura giusta è quello di verificare che il piede sfiori con la punta delle dita il lembo della scarpetta: se questa circostanza non si verifica allora lo scarpone non è della misura giusta.

In ogni caso il piede deve essere sempre libero di muoversi al meglio ma senza sentire alcun fastidio una volta indossato lo scarpone: se c’è qualcosa che non va, l’effetto verrà amplificato una volta che si indosseranno i calzari sulla neve.

Meglio preferire uno scarpone che abbia al suo interno la scarpetta in memory foam in modo che il piede possa trovarsi in una zona confortevole, che si adatta perfettamente alla sua forma, senza risentirne dopo un lungo utilizzo in condizioni climatiche difficili.

Infine preferire un sistema di agganci molto semplice così da non avere difficoltà nell’indossarli ma anche nel toglierli nei momenti di pausa o per una cioccolata calda nel rifugio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su